‘Musica e Parole’ eccovi Miss Elizabeth J.K

Hola Readers eccoci puntuali al consueto appuntamento della rubrica firmata Dark zone https://www.facebook.com/groups/1395196024143814/?ref=br_tf

Allora… questa settimana affronto un genere diverso 😉 EROTICO RIPETO EROTICO

Signore e signori ecco  a Miss E. J.K  siamo international oggi eh 😉

doppia coppia

Vi capita mai, mentre leggete di immaginarvi la scena nella vostra testa… e perché no… anche la colonna sonora? bene se fate come me… siete nella rubrica giusta…

Eccovi pertanto le proposte di E.J.K e le mie…

Leggendo questo primo estratto… Io avrei messo una robetta del genere…

Il tavolo era un’unica lastra trasparente di vetro lunga dieci metri e larga almeno tre, sorretta da una serie di gambe di ferro modellato. Notò che chiunque avesse apparecchiato non aveva messo la tovaglia. Piatti, bicchieri e posate erano disposti direttamente sul vetro.

 

‘Claudia accanto a me e Michele davanti a lei. Non è meglio così? Mischiamo queste coppie, su!»
Lana lo fissò negli occhi. Roberto guardò lei, poi il piatto, poi di nuovo lei.
E la vide allargare le gambe sotto il tavolo di vetro.’

Elizabeth ha scelto per noi…

Lana aveva scelto la sua preda, sapeva esattamente cosa voleva…

‘Poi, in maniera inaspettata, Lana fece qualcosa che nessuno dei suoi due ospiti si aspettava: si alzò in piedi, spinse via suo marito e, ancheggiando, andò verso Roberto.
Gli si fermò davanti. Abbassò una mano e gliela appoggiò sulla coscia. Cominciò quindi a guidarla verso l’inguine. Prima che arrivasse a destinazione, però, la mano di Claudia la bloccò.
«Che… che fai?»
«Quello che dovresti fare tu e che invece non stai facendo» ribatté Lana.’

Che ne pensate di questa… concordate con me?

‘La stava provocando, inutile nasconderlo.
Che hai detto?
Mi hai sentito bene.
Forse. O forse no. Che hai detto?
Che è piaciuto anche a me.
Cosa?
Cosa secondo te?! Farmi scopare da te! Quella situazione… tutto! Mi eccitava vedere quella donna che si ostinava a sfidarmi e mi eccitava l’idea di farmi scopare da te così, in quel modo.
Dici davvero?
Dico davvero.’

‘Roberto la costrinse a guardarlo. Quello di suo marito era stato un sussurro roco, ma a lei piacque. Gli piacque il modo in cui era suonata rauca la sua voce e gli piacque che fosse ancora mezzo vestito, che avesse ancora molto da darle.
Sì, ma non pensare di fermarti.
L’espressione di Roberto si tramutò. Claudia l’avrebbe definita famelica.
Non ne ho alcuna intenzione.’

Io avrei scelto…questa…

Un romanzo dalle mille sfaccettature…
Buona lettura
Krilli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...