Intervista d’autore Miss Francesca Noto

Hola Krillers e bentrovati ritornano le interviste d’autore 😉

Io lo so che tutte le blogger hanno le rubriche fisse e che io sembro essere quella sconclusionata no? ma la verità è che vado ad istinto ad ispirazione e per bellezza dei romanzi hihihi.

Torna con me oggi Francesca Nota ed il suo primo romanzo: che ho già avuto la gioia di recensire 😉

covernoto

https://perchelodicekrilli.wordpress.com/2016/07/24/recensione-il-segno-della-tempesta-francesca-noto/

Io le ho fatto un 5 6 7 8 21 domande…enjoy 😉

 Bio: dimmi di te:

 Chi è Francesca “Franny” Noto? Classe 1977 (Star Wars!) sono una giornalista e una traduttrice (rigorosamente da e verso inglese) con la passione per la scrittura creativa tanto da farne un lavoro, il fantasy di ogni genere, l’equitazione e la scherma medievale, mamma di due bimbe, laureata in archeologia e senza un nanosecondo di tempo libero. Volete farmi un regalo gradito, al prossimo compleanno? Propenderei per il T.A.R.D.I.S. o per un Giratempo. Ah, credo si sia capito… Nerdness is strong in this one!

 Com’è nata la tua passione per la scrittura i suoi primi passi fino alla pubblicazione.

Ho iniziato a scrivere storie tutte mie da quando ho iniziato a leggere le storie degli altri, verso i 7 anni. Mi raccontavo storie per addormentarmi la sera; prendevano spunto dai libri che leggevo, dai film che mi appassionavano, e dalla mia fantasia. Non volendo dimenticarmele, spesso cercavo di scriverle. Il mio primo “romanzo” (chiamiamolo così!) risale agli 11 anni. Potrei definirlo un fantasy… e alla fine quello è sempre stato il genere di ciò che scrivevo. “Il segno della tempesta”, il mio romanzo d’esordio, è nato dopo l’estate del 2000 e il mio primo viaggio in Florida. La pubblicazione con Astro Edizioni è avvenuta sedici anni dopo… Sì, se n’è rimasto nel proverbiale cassetto per un bel po’! E se non fosse stato per Francesca Costantino, che mi ha spinta a pubblicarlo, ci sarebbe anche rimasto. Grazie, Francesca! 😀

  La tua concezione della scrittura.

Per me la scrittura è un modo di evadere dalla realtà, e di dare una forma concreta a ispirazioni, personaggi e storie che altrimenti resterebbero embrionali e caotici nella mia testa. E’ un processo faticoso, soprattutto perché lavoro molto, e alla fine mi ritrovo a scrivere in orari molto improbabili (notte fonda, poco prima dell’alba…). Devo anche dire, però, che fare il traduttore permette di entrare in contatto con tanti autori validi, e lo sforzo di renderli in italiano di solito aiuta molto anche il proprio stile, poi…

 Cosa vuoi trasmettere a noi lettori.

Quello che cerco di trasmettere è innanzitutto un messaggio positivo, e poi delle emozioni, attraverso quelle dei personaggi. Con “Il segno della tempesta”, forse perché avevo iniziato a scriverlo in un momento in cui io stessa stavo cercando un posto nel mondo, il mio tentativo è stato quello di far comprendere che ognuno di noi, a modo suo, è speciale, e ha il diritto e il dovere di scoprire il vero e profondo motivo per cui è qui.

 Dimmi 3 aggettivi che descrivono te ed il tuo stile.

Forte, decisa, ma anche tanto romantica 😛

 Ecco dove trovate la sua creatura 😉

 “Il segno della tempesta” è facilmente reperibile su

www.astroedizioni.it,

 Amazon: https://www.amazon.it/segno-della-tempesta-Francesca-Noto-ebook/dp/B01EG7OKUS/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1484231459&sr=8-1&keywords=il+segno+della+tempesta

Progetti in corso e futuri.

Al momento, tempo (tiranno) permettendo, sto lavorando alla stesura di un secondo romanzo. Molto probabilmente si intitolerà “I figli della tempesta”: le vicende saranno ambientate nello stesso mondo e con la stessa lore del primo romanzo, ma una ventina d’anni dopo, con una narrazione indipendente e protagonisti differenti. Al momento non posso svelare di più, ma conto di pubblicarlo entro il 2017.

 Stay tuned! 😀 ( questa frase me l’hai rubacchiata…in realtà l’ho rubacchiata per prima io…ad Aura conte hahahahah)

Un sogno nel cassetto ed uno che è già fuggito dal cassetto.

Il sogno che è “fuggito dal cassetto” è stato letteralmente lui, “Il segno della tempesta”: per una serie di fortunate coincidenze (ma, si sa, le coincidenze sembrano tali ma non esistono), è diventato una concreta realtà e mi ha dato tante soddisfazioni! Un sogno nel cassetto… vederlo diventare un film? AHAH, okay, torniamo con i piedi per terra… Sì, be’, un sogno ce l’ho, e chissà che prima o poi non si avveri: avere un cavallo tutto mio. Magari morello come Raido, il frisone del mio romanzo…

 Parliamo del genere che hai scelto 😉

 Ovviamente parliamo di fantasy! Ne sono sempre stata appassionata anche da lettrice, ma mentre da lettrice apprezzo sia il classico che l’urban, quando scrivo è quest’ultimo che mi dà più soddisfazione e mi riesce meglio. Ancorarmi a una realtà che conosco mi diventa più semplice, alla fine.

 Vorrei aggiungere, per chi avesse piacere di conoscere un po’ meglio me e la mia “creatura”, la mia pagina Facebook dedicata al romanzo: www.facebook.com/ilsegnodellatempesta. Aiutatemi a farla crescere! ❤

 Io l’ho già letto, voi che aspettate?

LOl

Krilli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...