#2500rockmore once upon the time…un venerdì qualunque…

Hello hello hello…bentornati con il nostro appuntamento settimanale, su chi siamo che famo, noi che caxxo ce frega… 😉

Come sapete io e i miei scellerati compagni di avventura ci siamo gettati nella mischia del #2500rockmore col preciso intento di vincere il contest 😉 e mentre tutti si arrovellano su come farci a pezzi a suon di sfottò e di inqualificabili nomignoli…( mi hanno soprannominata Krill, plancton mah…) noi ci diam da fare…

https://www.facebook.com/groups/558862187586176/

Ma se noi ci diam da fare si può rimodernare…noi faremo un bel vestito a Cenerella…non so cosa c’entri ma mi divertiva scriverla…

I miei avversari si sn già presentati abbondantemente, per cui passerei direttamente a noi se non vi dispiace 😉

Come insegna l’episodio 4×4 di Bones: la pratica costante e l’essere resilienti porta al perfezionamento 😉 io non vedo ancora la luce…ma nel frattempo vi raccontiamo come procedono i lavori…

Once Upon the Time…alias un venerdì qualunque…

Marko si svegliò ed il cielo rallegrò 😉

Giornata tipo…

Sveglia alle 7:30… ahahahahahahhahaha!!! Ma anche no!
Sveglia alle 8:30… ragionevole, ma si potrebbe fare meglio.
Sveglia alle 9:30… va bene, va bene, mi alzo.

Inizia una nuova giornata… fuori c’è il sole, un vento leggero, ma lì, all’ombra della scrivania, dormiente, attende “Lui”, l’essere che ha preso il totale controllo della mia vita; il pc.
Dopo un buon caffè, due carezze ai Cerberi che scodinzolano per farli uscire, ci si mette al lavoro.
La prima parte è semplice; la ricerca della musica. Perenne amica di viaggi fantastici, la mia lista personale è composta da mostri sacri del rock: Pink Floyd, Led Zeppelin, Guns n’ Roses, AC/DC, The Doors, Bon Jovi, Dream Theater etc. Dopodiché inizia la seconda parte che, per problemi personali, è stata ridotta considerevolmente; la vita social.
Ammetto che non è la mia parte preferita, la mia vita social è sempre stata risicata al minimo, preferisco i live ma, ovviamente, in un mondo connesso dove anche l’editoria si è trasformata, la vita social è diventata l’ombra silenziosa che ci accompagna giorno dopo giorno.
Arriva l’ora del secondo caffè. Scendo in mutande canticchiando Hey you e risalgo con una tazza di carburante. Si affronta a terza parte, quella migliore, quella che mi catapulta nei miei mondi e tutto il resto non conta niente; si scrive. Musica di sottofondo, caffè, canna… ancora? Drogati! Si parte verso terre lontane, per ore, ore, ore… finché non borbotta lo stomaco. Lì l’incanto finisce e si ritorna al mondo reale.
Fortunatamente sono fottutamente bravo a cucinare. Si può dire fottutamente? Comunque, essendo fottutamente bravo a cucinare, il pranzo non è un problema. Il momento cibo è accompagnato da qualche serie tv, dal Trono di Spade a Lucifer, da The Walking Dead a Once Upon a Time. Per quei 45/50 minuti c’è del relax, si mangia, si bene, si fuma e poi via… si ritorna al lavoro, almeno fino a metà pomeriggio. Poi, quando la schiena scricchiola manco fossi una vecchia coltivatrice di risaie, ci si occupa del benessere fisico; per due ore circa si fanno allenamenti di mixed martial art, un poco di stretching, pesistica, aerobica e via. Doccia e ahhh… finalmente relax. E che si fa? Skyrim? Age of Empires? Lone Wolf? Un libro? Ah, no. C’è Pathfinder! Devo preparare la sessione futura… e di nuovo al pc a scartabellare mostri, tesori, incantesimi, creare png e storie che puntualmente verranno smontate dai giocatori. Che bella la vita dei Master!
Questa, in fin dei conti, è una giornata tipo. A volte si esce, si passeggia, ci si raduna con gli altri sociopatici del gruppo I.D.E.A. e si programmano eventi, fiere, lavori etc.
Dopotutto è un gran bel lavoro. Faticoso, mentalmente faticoso, stressante quando la vita social prende più tempo della vita reale, ma bello. Vivo di favole e di storie e “quando spegneranno le luci non avrò neppure un rimpianto se ho vissuto da vero Gooonies” (J.Ax – Intro).

Qualche ora prima Claudia aveva tentato di illuminare l’alba solo che le avevano fatto fare notte…

S T A K A N O V presenta:
Una tranquilla giornata di Claudia, La Bestia – Führer

S  sveglia variabile a seconda del lavoro da svolgere: ore 09.30 se ho la fortuna di non fare troppe cose.

T   trovo il tempo, sempre, per giocare con i miei meravigliosi, amati, megagiganteschi cani. Mascotte I.D.E.A: Trip e Axe.

A    abolita la colazione di prima mattina già dalle elementari, prendo il caffè, una doccia al volo e via, subito a lavoro. Pubblicizzo i romanzi e il progetto I.D.E.A. sui social, faccio telefonate volanti ai collaboratori per sapere se tutto procede e siamo nei tempi poi mi metto a lavorare sui testi fino a quando qualcuno mi ricorda (più o meno verso le ore 15 la chiamata di santa mamma) che devo mangiare anche io, non si campa di solo lavoro. Dicono. Quindi mangio e mi guardo una serie tv (se avete suggerimenti sono bene accetti perché ho visto di tutto e ora mi annoio) pensando ai prossimi giorni e a come incastrare gli appuntamenti.

K…Kaffèèèè!!111??!!1!? Dopo pranzo ci vuole proprio un buon caffè per ripartire alla grande! Ora posso lavorare in modalità vulcano!

A    altre pause che mi distolgono dal lavoro: 1. A qualche autore si è “scucito” qualcosa. Risolvo il problema. 2. A qualche autore è venuta in mente una vagonata di domande subito dopo la giornata di correzione su skype, dopo che per ore il giorno precedente ho domandato: ci sono perplessità? Dubbi? Domande? E la risposta era no. (Cari amici autori, siete fatti così, non prendetela male!) 3. Il cane “A” vuole giocare con il cane “B”, il quale non ne vuole sapere quindi il povero cane “A” ripiega su di me e devo dargli retta dieci minuti.

N  non sono riuscita a lavorare più di un’ora di fila, ore di lavoro totali: 10. Problemi esistenziali risolti: 15. Cani felici e coccolati: tutti e 2 ovviamente!

O  oltre al lavoro, a seconda del giorno della settimana, c’è il gioco di ruolo. La lettura di piacere avviene ogni sera, puntuale, regolare, inammissibile non avere il libro sul comodino!

V   vorrei mettere a verbale che questa è una giornata “tipo” di quelle tranquille, dove la corsa è solo contro il tempo. Ci sono però giornate dove i quattro appuntamenti sono ai quattro angoli di Roma e li è una poesia di insulti al traffico!

Tutti mi dicono che lavoro troppo, mi stresso e non faccio mai niente per me. Io invece mi reputo una guerriera, una che non si ferma davanti a niente e nessuno. Vivo per vedere felici le persone che mi sono accanto, amici, parenti, collaboratori, colleghi e la gioia nei loro occhi è la soddisfazione più grande! Non sono una semplice editor di romanzi – agente – confidente – content editor – bravissima padrona (che brutto termine) di due cagnoloni – fidanzata – figlia – amica:

IO SONO WOLF, RISOLVO PROBLEMI!
Possibilmente dalle 10 alle 22, non lavoro il sabato e i giorni festivi!

 

Dal suo antro echeggiano rumore di tast e fulmini colorati… Daniele si è soltanto svegliatoooo

Ogni giorno inizia con il caffè, il nettare degli dei, l’unica sostanza che permette al corpo e alla mente di trovare la forza per arrivare al pc e lanciare photoshop. fatto questo la giornata comincia.
Essendo un freelancer lavoro da casa quindi non devo attenermi ad orari d’ufficio e posso lavorare in mutande. la svolta  durante i mesi estivi.
Metto la musica giusta, torno su photoshop e le prime ore della mattina le uso per studiare/ripassare argomenti che mi possono tornare utili nel lavoro, tipo: anatomia, prospettiva, composizione rendering dei materiali, ecc ecc ecc. Satollo di nuove conoscenze vado sul progetto del momento e ne proseguo la lavorazione in totale pace con me stesso e la vita tutta.
Purtroppo la bestia nera che vive dentro di me, verso pranzo richiede il suo tributo di pasta e cibi vari. Quindi stacco dal mio stato di quiete e nutro la bestia fino ad assopirla.
Durante la pausa pranzo mi concedo un po’ di contatti con altri esseri umani con telefono, skype o messaggi vari.
Torno a lavoro e proseguo fino a sera.
A volte (ma non troppo spesso) prima di cena stacco per dedicarmi a qualche attività sportiva, giusto per non diventare metà sedia metà uomo. ceno e se sono riuscito a soddisfare tutti i miei obiettivi giornalieri mi concedo la sera libera, altrimenti torno al pc e vado avanti fino al raggiungimento del goal o fino alla totale perdita di ogni attività cerebrale.
E the next day si ricomincia.

Io che non vivo più di un ora senza tee…come posso fare una vita senza teeeee sei mioooo

Protagonista Il tè…

Ciao sono Krilli, dite tutti in coro, ciao Krilli sn qui perché ho una dipendenza da Tè e caffè…e sono disperata perché non ho una giornata tipo, vivo il momento e raramente mi pento…

Mi corico tardi, mi alzo all’alba, mi corico presto? insomma fa lo stesso…

Da novembre a marzo vivo in modalità invernale: pc di giorno, blog traduzioni e turni lavorativi.

Da marzo a ottobre modalità estiva: mare di mattina e tutto il resto a seguire…

Ma ciò che mi rende interessante..( che pretesa…è tutto ciò che faccio nel mezzo ;))

La giornata inizia alle 6 con la stronzogattola che pietisce come se non mangiasse da 5gg…segue un cappuccino a freddo di Soya o di latte d’avena.

Occhiata al tempo, check turno via al cubo di rubik per incastrare come tutti i comuni mortali le cose da fare, tra casa lavoro famiglia, blog, traduzioni, spesa, pulisci casa, mangia dormi trova un fidanzato whatapp, Fb, Tw, leggi intervista, leggi, recensisci, rispondi in chat risp alle mail, figo un libro nuovo dimmi di che parla, vuoi che ti legga e ti dia la mia modesta opinione ok x me va bene ne sarei onorata, cavolo frigo vuoto, ho fame, ma il ciclo quando arriva? devo scendere noooo oddio ma che capelli che ho, questo vestito mi fa sembrare una balena, e se uscissi nuda, nooo che mangio stasera? ho finitoo il tè nooooo, bello il tuo romanzo 5 stelline, rece su amazon, rece su amazon, certo che ti intervisto lasciami la mail, vuoi org un blog tour certo x quando, andiamo in fiera? quando? Milano? Torino ok? http://www.alitalia.com, Krilli leggeresti un mio racconto? sparaaaaa  a  zero! ma ho mangiato a pranzo? perché la spesa continua a cadermi fuori dal carrello? cavolo ho dato una craniata al vetro uscendo dalla coop dovevi aspettare che si aprisse, poso la spesa, dov’è il cibo vedo solo birra patatine e lettiera del gatto, che palle stas crooccantini per tutti, carino il ragazzo che mi sorride forse ho una strafiga dietro…devo mettere la lavatrice, nn trovo lo swiffer, che male sti tacchi non arriverò a stas, perché tutte si svegliano coi  capelli in piega ed io come simba? truccarmi ma nooo sn bona dal vivo, devo dirlo il verde mi dona, presta volto ti serve un presta volto, hai postato in pag? hai mandato l’articolo ad Isa? farai da moderatore segna data, 4 romanzi da leggere ok ce la posso fare ho 3gg, perché ho le occhiaie da kun fu panda oggi…ah ti chiami Edward Cullen ah ma come il vampiro? figo no non esco con te sorry… il sangue mi fa senso…

Buone 24 ore a tutti noi 😉

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...