L’intervista: Miss Lucia di Maro autrice di: “Fenomenologia di Mika”

Buongiorno Krillers ;* Krilli non va in ferie…anzi procaccio autori tutti da scoprire 😉

Oggi con me Miss Lucia Di Maro con un libro innovativo ed intrigante che ci mostra uno spaccato della nostra società con un pizzico di ironia e tanta competenza 😉

 

Ispirandosi alla celebre Fenomenologia di Mike Bongiorno di Umberto Eco, questo saggio si propone di scoprire, facendo ricorso ad un tono leggero e sorridente, le ragioni della grande popolarità presso il pubblico italiano della popstar Mika, vero fenomeno mediatico di questi anni. La tesi di Eco (che viene brevemente richiamata all’inizio del saggio anche in virtù di curiose analogie tra i due personaggi), si basa sull’analisi del “personaggio Bongiorno”. E laddove l’assoluta mediocrità veniva individuata quale motivo della grande popolarità del “personaggio Bongiorno”, in questo caso la ragione di fondo della popolarità sta nella percezione di assoluta straordinarietà del personaggio Mika, non solo da parte dei mezzi di comunicazione ma soprattutto da parte del pubblico. Questa percezione emerge chiaramente dagli articoli di stampa e da quello che pensano e postano sui “social” le centinaia di migliaia di fan italiani, in gran parte giovani e giovanissimi. Sono stati visionati decine di articoli di stampa e migliaia di post, di questi ne sono stati selezionati un centinaio tra quelli più significativi e quindi organizzati a seconda dell’argomento su cui la popstar, direttamente o indirettamente, ha suscitato l’interesse dei suoi followers (diritti civili, bullismo, rifugiati, cultura, famiglia…); non mancano ovviamente quelli, assolutamente imperdibili, frutto di pura e semplice adorazione. Per tutti è comunque rigorosamente riportato il nickname dell’autore. Il saggio in definitiva non parla tanto di Mika quanto dei suoi fan, o meglio parla di Mika parlando dei suoi fan.

Allora scopriamo di più 😉

 

Sono una scrittrice “emergente” che tra qualche giorno compirà 67 anni , comunque ben portati!
Sono nata a Lecce ( per cui mi vanto di essere salentina piuttosto che pugliese), ma vivo da sempre a Roma dove mi sono laureata, sposata, avuto due figli e infine tre nipotini che presto diventeranno quattro.
La lettura e la scrittura sono sempre state mie grandi passioni. Ma mentre la prima è stata costantemente coltivata, la seconda è finita ben presto in un cassetto.
Prima gli studi, poi gli impegni famigliari ed una carriera importante al servizio dello Stato mi hanno fatto deporre la penna.
Ma da qualche anno, quando è scoccata l’ora del pensionamento, ho riaperto quel cassetto.
E’ stato come quando tiri fuori dall’armadio vecchi abiti per scoprire se ci entri ancora o sfogli il vecchio album delle foto per vedere com’eri, se ti riconosci.
Ed io mi sono ritrovata in quel cassetto, ho ritrovato una dimensione che pensavo di aver perduto: quel piacere sottile ed eccitante che provavo da adolescente di fronte ad un foglio bianco.
La mia penna si è rimessa in moto!
Da quel momento, in questi due ultimi anni, ho scritto diversi racconti brevi; uno di questi “Compagni di scuola”, lo trovate su ILMIO LIBRO

https://ilmiolibro.kataweb.it/storiebrevi/405404/compagni-di-scuola-2/)
E poi una raccolta di poesie con cui sto partecipando a due prestigiosi premi letterari e un piccolo saggio “Fenomenologia di Mika” (sottotitolo “Ti prego, potresti diventare mio fratello?).
Con questo saggio , pubblicato lo scorso mese, ho vinto per la sezione saggistica la Selezione Inediti Digital Book, indetta da Il Terebinto Edizioni, una casa editrice indipendente volta all’innovazione e alla ricerca di nuovi talenti.
Il saggio si propone di scoprire con un tono leggero e sorridente i motivi della grande popolarità presso il pubblico italiano di Mika, vero fenomeno mediatico di questi anni. E lo fa “analizzando” il mondo dei media e soprattutto dei social, dove l’artista è molto presente.
Lo sguardo su questa multiforme nonché virtuale platea, costituita prevalentemente da giovani e giovanissimi (ma non solo), mi ha regalato qualche sorriso e molte riflessioni che mi è sembrato valesse la pena di condividere .
Più che di 3 aggettivi per descrivere me e i miei progetti, mi piace pensare a 3 sostantivi: creatività,vitalità, passione…e credo che le ultime due siano davvero fondamentali per rimettersi in gioco alla mia tenera età!
Il progetto più immediato riguarda il completamento di una raccolta di racconti cui tengo molto e per cui sono in contatto con una casa editrice; in futuro mi piacerebbe dedicarmi alla realizzazione di un soggetto per una serie televisiva completamente innovativa-

Un sogno nel cassetto ? Siccome alla mia età ci si può permettere il lusso di essere vanitosi e immodesti…confesso.. la fama!
Per questo saggio mi sono chiaramente (e immodestamente), ispirata alla celebre “Fenomenologia di Mike Bongiorno” di Umberto Eco, naturalmente dopo aver scoperto questo singolare personaggio che risponde al nome di Mika.

Scoperta del tutto fortuita, considerato che fino ad allora non sapevo assolutamente chi fosse; la mia cultura musicale, in ambito pop è più o meno ferma agli adorati Beatles!
Insomma , circa un paio d’anni fa, intercetto in una trasmissione televisiva una scena che mi pare alquanto surreale.
Il premio Nobel Dario Fo conversa con un bel ragazzo riccioluto proclamandosene grande ammiratore . A sua volta il ragazzo riccioluto – che apprendo essere una pop star di fama mondiale – con uno strano accento ma in un perfetto italiano, si dichiara onorato ed emozionato di conoscere Fo considerandolo un “eroe” della sua adolescenza per averlo studiato a scuola quando aveva tredici anni.
Si esibiscono pure in un duetto, intonando uno dei brani di successo del ragazzo e la famosa “Ho visto un re” di Jannacci.
Che dire? Ce n’era abbastanza per incuriosirmi…e poi come non considerare la travolgente simpatia della giovane pop star libanese?
Ho così cominciato una mia personale “ricerca” su di lui, scoprendo un artista veramente poliedrico e soprattutto un personaggio dalla personalità carismatica.
Insomma …non ho difficoltà a confessare di essere diventata anch’io una Mikafan, trascinando ai suoi concerti figli, nuore e nipoti!
La scoperta di Mika ha anche coinciso con la scoperta dell’incredibile mondo dei suoi fans italiani che a migliaia, tramite i social , coltivano con lui un legame veramente speciale.
Da qui l’idea ( complice anche un lungo periodo di semi immobilità per una brutta frattura),di visionare le migliaia di post dei suoi followers, selezionando almeno un centinaio tra i più significativi e quindi organizzandoli secondo gli argomenti su cui Mika, direttamente o indirettamente, suscita l’interesse dei suoi followers.

Vi ho convinti?

Buona lettura a tutti noi 😉

Annunci

Torna Federica Amalfitano ;) cover reveal…

Buongiornooo Krillers ma quanto sono belle le cover reveal…oggi torna sulle scene Una collega Blogger nonché scrittrice che stimo 😉 miss Federica Amalfitano che ci presenta il suo prossimo romanzo in uscitaaaaaaaaa a me oggi il piacere di darvi le prime news…

BANNER COVER REVEAL

Happy summer? Yes! grazie a Tiziana Cazziero!!!

Bene Krillers torna sulle scene una cara collega blogger che ha già all’attivo diversi romanzi, i suoi pezzi stracciano ed i suoi romanzi altrettanto 😉 per cui ecco per noi…in uscita domaniiiiiiiiiiiiiiii:

Happy Summer Collection:

COVER HAPPY SUMMER

DUE ROMANZI IN UN SOLO LIBRO
CON CAPITOLI INEDITI

Scheda Libro e sinossi

Autore: Tiziana Cazziero
Titolo: Happy Summer Collection
Genere: commedia romantica
Formato ebook prezzo : € 0,99 in PROMOZIONE PER UNA SETTIMANA dal 16 luglio € 2,50
Formato cartaceo prezzo: 8,50 circa
Data di pubblicazione: 9 luglio 2018
Numero pagine: 350 circa
SU AMAZON E KINDLE UNLIMITED DAL 9 LUGLIO 2018.

 

Sinossi
Marito in Affitto e Social In love.
Dopo aver conosciuto Anastasia e Mark, Henry e Leila, vedremo cosa è successo dopo, ossia da dove li abbiamo lasciati, i lettori della collection potranno conoscere i risvolti di queste due storie romantiche.

Marito in Affitto
Milano, matrimonio in vista, destinazione Sicilia.

teasersposo

Cosa succede quando arriva un invito inatteso per la celebrazione di un matrimonio proprio il giorno di Ferragosto al quale sei stata invitata e non puoi per nulla al mondo essere assente?

Anastasia è una siciliana che si è trasferita a Milano per motivi di lavoro.
Siamo a luglio, un giorno il telefono squilla, sua madre le annuncia l’invito a un matrimonio inatteso al quale non può mancare che si celebra proprio il giorno di Ferragosto in Sicilia. Sebbene lei abbia già programmato altre vacanze, Anastasia non solo è costretta ad accettare per far contenta sua mamma, ma dovrà risolvere un problema importante: trovare marito entro il giorno di Ferragosto. Entra in gioco Mark, un ragazzo che Anastasia conosce per caso in un bar, che potrebbe essere la soluzione al suo problema.
Cosa accadrà?
Tra amicizie, parenti discutibili, pettegolezzi e battute al veleno, questa commedia regalerà ore di relax, risate e una bella storia d’amore.

cardcollage

Social In Love

card crocie delizie

Può l’amore sbocciare nella chat di un social network?
Leila è una giovane donna tradita dall’amore. Non vuole saperne più degli uomini, dopo aver trascorso ore e giornate intere nascosta nella sua stanza, decide di aprire un blog e un gruppo nei social network : Social in Love.
Il gruppo è tutto al femminile, parlano di uomini, tradimenti, dispiaceri e di come affrontare la sconfitta e la chiusura di una relazione. Un giorno si imbatte in Henry, un giovane ragazzo curioso che comincia a corteggiarla in chat. Inizialmente rifiuta ogni contatto, ma ahimè, l’anima di Leila incuriosita, cede e comincia un’amicizia virtuale in chat.
Nonostante le incertezze, Leila decide di vivere un momento di rilassamento, non cerca l’amore, ma sarà l’amore a trovare Leila. Henry sarà quello giusto? Forse, peccato che nasconda un piccolo segreto.

Biografia

Tiziana Cazziero è un’autrice emergente con all’attivo diverse pubblicazioni, genere romance, erotico e fantasy. È presente nel web dal 2011 da quando ha aperto un blog sull’editoria. Collabora con diverse redazioni online, scrive articoli di vario genere e vive a Siracusa, la città dove è nata e cresciuta. Convive con il suo compagno, è mamma di una bambina e ha due cani. La sua esperienza nell’editoria comincia nel 2011 quando pubblica il romanzo Voltare Pagina con casa editrice; nel gennaio 2015 questo romanzo è stato pubblicato in self su amazon in seconda edizione. Le altre pubblicazioni sono:

– E tu quando lo fai un figlio? Luglio 2016 Rizzoli Youfeel – Quell’amore portato dall’Africa, Rizzoli Youfeel – Blogger e autore, la mia verità sul mondo social – L’ultima Notte (Ex Delos -senza sfumature seconda edizione self da marzo 2018 ) – Sensazioni dell’anima – Ritrovarsi, la forza dell’amore – Ritrovarsi, passione inaspettata – Patto con il vampiro – Sonia, il ritorno della strega (secondo volume saga strega che splende) – Elena, la strega guerriera Terzo e ultimo libro della saga Strega che Splende – Il coraggio d’amare – Maya, angelo del mio cuore – Ha curato l’antologia benefica a favore dell’AIRC A Natale ti regalo l’amore – Parliamone Social, un ebook dove l’autrice parla della sua esperienza di blogger e presenta alcune uscite editoriali e diverse interviste agli autori. – Amore Tormentato, un romance drammatico suspense. Argomento, la violenza sulle donne. Giugno 2016 – Christmas in love collection Romance (raccolta di tre racconti) – Io, lui e il Bebè. Sequel di “E tu quando lo fai un figlio”. Racconto self. – Meglio soli ma non troppo! Febbraio 2017 opera scritta a quattro mani con la collega e amica Tiziana Iaccarino. – Proibito amarti. Maggio 2017 – Marito in affitto. Luglio 2017. – Maledetta. Novembre 2017. – Social In Love febbraio 2018 – Happy Summer Collection luglio 2018

Ha fondato un blog personale dedicato all’editoria dove cura rubrica di settore: http://tizianacazziero.com/ Legge ogni genere di libri, le piace cucinare ( potete trovare alcune delle ricette nel blog); trascorre ore al computer per scrivere, creare storie ed emozionare con la sua penna virtuale, scrive guide per manuali per il settore editoriale, collabora con diverse redazioni online tra cui con il sito e testata giornalistica telegiornaliste.com curando principalmente una personale rubrica con interviste alle autrici emergenti scrittrici. Contatti voltarepagina77@gmail.com La trovate su Facebook e nei social

https://tizianacazziero.com/ https://www.facebook.com/tiziana.cazziero https://www.facebook.com/groups/708859009259044/ https://twitter.com/TizianaCazziero https://plus.google.com/u/0/109939098282827996547 https://www.linkedin.com/profile/preview?locale=it_IT&trk=prof-0-sb-previewprimary-button https://www.instagram.com/tizianacazziero/ https://www.youtube.com/channel/UCkzNtVUy6ocODK3pbBxViKg?view_as=subsc riber

Io li inizio 😉 e voi?

Love

Krilli

 

Segnalazioni d’autriciiiiii ;) Daniela Ruggero: Broken!!!

Aloha Krillers, tornano i grandi successi di Daniela Ruggero,  arrivaaaaaaaaa o meglio torna Broken…

IMG_4198

SINOSSI

Giulia e Manuel sono nati e cresciuti nello stesso quartiere, respirando la stessa aria e vivendo nelle stesse regole. Crescono correndo tra la polvere e il cemento, diventando l’uno l’estensione dell’altra fino a quando da adolescenti la loro amicizia diventa amore. Ma il destino implacabile si abbatte su di loro e i sospiri dell’adolescenza si trasformano in tormento. Spezzati dagli eventi si ritrovano dopo quindici anni bruciando tra le fiamme del passato che li ossessiona. Amore e dolore, tradimento e violenza sono gli ingredienti della loro vita.
Destinati a vivere insieme, condannati a separarsi, saranno vittime del loro amore disperato.

Vediamo l’anteprima…

IMG_5080

 

PROLOGO

Come ogni notte Giulia si sveglia con il cuore che salta nel petto, il respiro corto e la testa che pulsa.
La sensazione di annegare la afferra per la gola.
Ogni odore.
Ogni rumore.
Ogni respiro.
Ogni parola.
Ricorda ogni cosa come se stesse rivivendo passo dopo passo gli scampoli di una vita mai sepolta.
Dove sei adesso?
Allunga la mano e afferra la bottiglia dell’acqua sorseggiandola poi, ritorna con la testa sul morbido cuscino, alla sua morbida vita.
Chiude gli occhi, ma il viso tumefatto della sua ultima cliente le si è impresso nella mente come una pellicola troppo nitida. Ripercorre la sua testimonianza in tribunale, gli occhi accesi dal dolore, le cicatrici sulle guance e nell’anima.
“Solo dopo che mi ha ridotta in fin di vita massacrandomi di calci e pugni ho dovuto ammettere che l’uomo che ho sposato era in realtà un sadico alcolizzato”, ha detto tremando.
Inspira aggrappandosi alla sua finta lucidità, ma si lascia naufragare risucchiata nel mulinello del dolore.
Una lacrima le scende lungo le guance mentre un’ombra nera si allunga su di lei.
Rivive la speranza di quella corsa disperata, alla ricerca di una via di fuga dal suo carnefice.
Corsa disperata, corsa vana…
Lui l’afferra per i capelli strappandone qualche ciocca e la sbatte a terra, immobilizzandola. Imprigionandola.
Calpestandola come immondizia.
Lei apre la bocca per respirare, ma l’aria è colma di polvere e macerie di quel dimenticato scorcio di periferia.
Le cosce nude raschiano su alcuni pezzi di mattoni.
Ha paura.
L’assenza di rumori aumenta il panico, anche il suono dei clacson delle auto è lontano, troppo per urlare e chiedere aiuto.
«Ti prego lasciami andare», implora tra le lacrime. «Voglio andare a casa.»
Le parole si perdono nel nulla.
Non ha speranza.
La sua vita si cristallizza in quegli attimi eterni.
Trattiene il respiro e aguzza i sensi, in quella posizione non può vedere altro che l’erba e l’immondizia che la circonda.
Il cuore inizia a rallentare, una parte di lei si allontana e raggiunge Manuel.
In questo momento è tra le sue braccia che la cullano proteggendola.
Il respiro dell’uomo la riporta tra l’immondizia e la terra. Sente il rumore della cinghia e la fibbia gelata contro le natiche. È un attimo e la invade entrando in lei con forza, lacerandola.
Giulia urla mentre l’uomo inizia a muoversi dentro il suo corpo con prepotenza. Si sente invasa, riempita di dolore.
«Ti prego», mormora singhiozzando. «Mi fai male. Ti prego.»
Le suppliche cadono nel nulla e non le resta altro che subire l’aggressione.
Dove sei adesso?
Il peso dell’uomo aumenta con ogni spinta e le schegge di vetro le penetrano la carne, tutto dura all’infinito.
Poi, l’uomo si sposta.
Giulia sente qualcosa di caldo colarle tra le cosce, vorrebbe muoversi ma è distrutta.
Le lacrime si sono spente con la sua gioia di vivere.
«Devo pisciare», commenta lui.
Giulia sente gli schizzi di urina sul viso, dopo qualche istante l’afferra dai capelli e la tira su di forza. «Grazie per la scopata bambolina.»
La trascina verso il capannone abbandonato e la lancia su un letto lurido. «Qui ci porto le mie puttane, ti troverai a tuo agio.»
Il buio la inghiotte e poi il silenzio.
«Tutto bene amore?» la voce calda di Riccardo la riporta al presente, nella sua camera da letto.
«Sì», mente.
«Perché non dormi?», indaga lui amorevole.
«Il processo di oggi mi ha turbata.»
«Hai vinto però, giustizia è fatta», risponde allungando le braccia. «Vieni.»
Giulia sospira e si lascia abbracciare, cullare… quella stretta le intiepidisce il cuore il tanto da farlo tornare a battere.
Dove sei adesso?

 

 

Blog Tour: “La mia fine, il mio inizio- destini legati”

Buongiornoooooo Krillers!!!

Anche oggi un bel successo!!! ospite miss Chicca Francy Cominelli del terzo romanzo della sia trilogia 😉

cover-ebook-ESTERNA-1875X2560_300dpi-3

Titolo: La mia fine, il mio inizio – Destini Segnati
Autrice: Francesca C. Cominelli
Editore: Self
Genere: Romanzo Rosa
Formato: ebook/cartaceo
Prezzo: 2.99 €/ 15,00 €
Data pubblicazione: 02 Luglio2018
Protagonisti: Amanda e Jared
Pagine: 480
Serie: Destiny Trilogy
Pagina autrice: https://www.facebook.com/DestinyTrilogy.ChiccaCominelli/?ref=bookmarks
Fan page / gruppo: https://www.facebook.com/groups/ilranchedeisogni/

Trama:
Basta poco per sconvolgere una vita.
Alzare lo sguardo il momento sbagliato…
Lasciare sola la propria fidanzata per troppo tempo…
Premere un grilletto…
Questa è la condanna di Jared Cooper. Questo è il rimorso che si porterà appresso per il resto della vita, ma non è solo. Amanda è ancora al suo fianco, viva, e il cowboy non ha la minima intenzione di perderla un’altra volta. La paura di sprecare ancora tempo lo fa riflettere al punto da chiedere in sposa la sua bella bambolina. Nemmeno gli arresti domiciliari potrebbero fermare i due innamorati.
Ma non sempre il destino va come vorremmo.
I problemi sono in agguato, si nascondono nell’ombra, pronti a colpire quando meno te lo aspetti.
Ed è proprio questo ciò che accade ad Amanda e Jared che si troveranno a dover affrontare un nuovo mostro, un nuovo ostacolo del destino. Ma non saranno soli…
Lasciatevi travolgere dall’ultimo capitolo della Destiny Trilogy e scoprite che cosa il destino ha in serbo per Amanda e Jared.”

Biografia autore: Francesca C. Cominelli, Chicca per gli amici, è una ragazza di ventiquattro anni, nata in un piccolo paese vicino al Lago di Garda in cui vive insieme alla famiglia. La sua più grande passione è sempre stata l’equitazione e, proprio per questo, ha deciso di rendere i cavalli parte integrante del suo romanzo. È una neo laureata in Economia, ma nonostante ciò, è sempre stata appassionata alla lettura e alla scrittura. È una sognatrice incallita ed è proprio grazie ai suoi sogni e alla sua determinazione se è arrivata fin qui. È cresciuta con la lettura, è sempre stata una via di fuga, un momento in cui si poteva estraniare dalla realtà e vivere in un mondo diverso; d’altro canto, scrivere le ha permesso di liberare la mente e sfogarsi, mettere nero su bianco i suoi pensieri e creare un mondo tutto suo, immerso nelle praterie texane. La mia fine, il mio inizio ~ Destini Legati è il terzo e ultimo romanzo della Destiny Trilogy e con questo, l’autrice vuole regalarvi l’epilogo perfetto per una storia d’amore imperfetta

A ME ESTRATTI E MUSICAAAAAAAAAA READY STEADY GOOOOOOOOOOO

Non appena la sua pelle morbida sfiora la mia, una scarica elettrica mi scorre lungo la schiena.
Questo è sicuramente il modo migliore per rendermi conto che lui è qui con me.
Le sue mani vagano sul mio corpo, come se anche lui si stesse assicurando che non sia solo un sogno, una visione, ma la realtà.
Non ci vediamo solo da poche ore, ma è come se non lo vedessi da mesi. Questa separazione forzata mi ha destabilizzata moltissimo e la mia reazione mi spaventa. Mi sto rendendo conto di dipendere completamente e assolutamente da lui, il solo pensiero di non averlo al mio fianco mi fa impazzire.
Lui è il mio ossigeno, il mio respiro, la linfa che scorre nelle mie vene. Lui è la mia vita.

 

«Per qualsiasi ragione tu non devi pensare sia colpa tua. Ma soprattutto non devi mai, e dico mai, pensare che io non voglia più te. Non conta niente, è solo un altro pezzo del puzzle, un’altra sfida che ci renderà ancora più forti. Io non ti abbandonerò mai, bambolina, starò al tuo fianco e affronterò ogni cosa ci sarà da affrontare, insieme a te.»
Poso le mie labbra sulle sue, stando attento a percepire ogni suo minimo cambiamento, ma ricambia il bacio. Le nostre lacrime si mescolano, i nostri respiri si fondono e le nostre anime distrutte si ricompongono.
«Ti amo» sussurra sulle mie labbra.
«Ti amo anche io, più della mia stessa vita.»

 

Lo sento vicino, troppo vicino, alle mie spalle. Le sue mani scivolano sulla mia schiena e mi fanno venire i brividi.
Tento di scappare ma riesce ad agguantarmi e sbattermi contro il letto su cui ero rannicchiata pochi secondi prima.
«Non puoi scappare da me. Io farò sempre parte della tua vita. Sarò l’incubo che ti assalirà quando sarai più debole. Sarò la paura che ti attanaglierà quando meno te lo aspetti. Sarò il ricordo più temibile che si insinuerà nella tua mente, ti inquinerà, ti rovinerà.»

Io non lo guardo, io lo ammiro come si farebbe con qualcosa di prezioso e mi rendo conto di non poter più fare a meno di lui. L’acqua gli scorre addosso e lo rende ancora più etereo. I muscoli della schiena guizzano quando si porta le mani sui capelli e mi sento fremere tra le cosce.
È stupendo ed è mio.
Senza nemmeno che me ne renda conto mi tornano in mente le parole della nostra canzone: You’re my end and my beginning, even when I lose, I’m winning. ‘cause I give you all off me and you give me all off you.
Io con lui non ho mai perso una volta, ho sempre e solo vinto e gli ho donato tutta me stessa, come lui mi ha donato tutto se stesso. Voglio imprimere sulla mia pelle quelle parole. Voglio portarle addosso. Leggerle ogni giorno della mia vita.

MUSICA: All Of Me Jhon Leggend

 

Se vi siete persi l’inizio…

Ecco il primo:

 

Il secondo…

 

 

 

Love

Krilli

Krillers Torna da noi, Alessio Del Debbio con un nuovo super…successo!!!

A volte ritornano…era It telefono casa o il postino non mi ricordo…sta di fatto che sei voi miei autori belli tornate da me un motivo ci sarà…forse perché sono simpatica e carina o forse per ché scrivo pezzi da urlo nn sono sicura…ma mentre ci rifletto…scopriamo il nuovo successo di Alessio del Debbio che continua a sfornarne come se non ci fosse un domani 😉

Intanto lui fa un sacco di cose…per cui prendete nota…

Intanto ecco i suoi lavori:

https://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_ss_i_2_7?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Ddigital-text&field-keywords=alessio+del+debbio&sprefix=alessio%2Caps%2C198&crid=2NCXJZ7YVVR4E

 

Titolo libro: I FIGLI DI CARDEA

https://www.amazon.it/I-figli-Cardea-Ulfhednar-war/dp/8867715445/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1529857493&sr=8-1&keywords=i+figli+di+cardea

I figli di Cardea
Saga: ULFHEDNAR WAR
Autore: Alessio Del Debbio
Editore: Edizioni Il Ciliegio
Genere: fantasy contemporaneo
Formato: cartaceo
Pagine: 416
Prezzo: 19,50 euro (cartaceo)
ISBN: 978-88-6771-544-2
Disponibile dal 25 maggio 2018.

IFDC estratto

Trama:
Dopo lo scontro alla Grande Quercia, gli ulfhednar del Vello d’Argento sono senza un Alfa e temono attacchi da parte dei Figli di Cardea. Daniel cerca di addestrare i nuovi membri del branco, la Dottoressa è tormentata dai fantasmi del suo passato, Dominic, infine, medita vendetta, incolpando Ascanio e Daniel della morte di sua madre.
Quando un nuovo branco invade l’Appennino, i Figli di Cardea decidono di sferrare l’attacco finale, per cancellare lupi e stregoni dalla penisola. Nel frattempo, Ascanio è scomparso…

I Figli di Cardea è il secondo capitolo della trilogia Ulfhednar War, iniziata con La guerra dei lupi.

Daniel non seppe rispondergli.
A parole, del resto, non era mai stato bravo.
Era un lupo e tra i lupi bastavano i gesti.

Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.

Biografia autore:
Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017) e Berserkr (Dark Zone edizioni, 2017).
Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori locali.

Contatti autore:
Pagina Facebook “I mondi fantastici – Alessio Del Debbio”: https://www.facebook.com/alessio.deldebbio/
Sito autore: http://www.alessiodeldebbio.it
Blog “i mondi fantastici”: http://www.imondifantastici.blogspot.it
Twitter autore: https://twitter.com/ADelDebbio
Vi ho convinti?

Buona lettura a tutti noiiiiiiiiiiii!!!!

Love Krilli

 

 

Segnalazione per il nuovo successo di Miss Livia Snow ;)

Bene Krillers, chi dice che l’estate sia pigra…non conosce il mondo dell’editoria 😉

Oggi conosciamo per la prima volta miss Livia Snow e speriamo che torni a trovarci  molto presto dato che è alla sua prima pubblicazione;)

Titolo: Credi

Sottotitolo: Amami, finché posso amarti

Autore: Livia Snow

Genere: paranormal-romance

Casa editrice: Un cuore per capello

Cover by Angel Graphics

Pagine: 206

Data di uscita: 20/06/2018

Formati: ebook e cartace

Sinossi: Adam ha ventiquattro anni e una malattia che non gli lascia scampo.

Fin dai primi sintomi, egli sente un richiamo: è una rosa, un’entità astratta che crede esista solo nella sua mente e che lo attira a sé, invitandolo a cercarla, esattamente come accadeva in una vecchia favola che sua madre gli raccontava quando era bambino.

Secondo questa storia la rosa sta morendo e, solo raggiungendola, egli avrà salva la vita e troverà nuova speranza per il futuro.

Seppur conscio della follia insita in tutto questo, Adam, disperato, rapisce Amelia, il medico che l’ha curato durante il ricovero in ospedale, e la obbliga a intraprendere insieme a lui un lungo viaggio per trovarla.

Un confine di stato dopo l’altro, la rosa sembra volerli aiutare e guidare con inquietanti indizi, inizialmente incomprensibili, ma che loro continuano a seguire coscienti di quei sentimenti forti da cui loro stessi non possono più scappare…

Livia è nata a Bologna e vive sulle colline bolognesi insieme a uno svariato numero di animali di molteplici razze e dimensioni. Lavora nel campo della sanità in libera professione. Scopre la passione per la lettura da giovanissima e apprezza in modo particolare il genere horror e thriller, spaziando però anche al romance e alla narrativa generale. Da questa passione per la lettura è nata in modo del tutto spontaneo anche quella per la scrittura, che è stata e rimane una costante della sua vita. Attentissima a nascondere tutto ciò che le veniva in mente di scrivere, Livia ha man mano riempito quaderni e poi file word di storie fino a che, qualche tempo fa, una serie di eventi l’ha aiutata a superare questa ormai radicata incapacità a far leggere qualcosa di proprio agli altri. Scrive principalmente romance di stampo psicologico e quasi tutte le sue opere trattano di disagio psichico nelle sue varie forme. I temi che sceglie per le sue storie non sono fra i più facili, quindi cerca di mettere nella narrazione tutta la sua sensibilità, sperando di arrivare al cuore di chi legge. È alla sua prima pubblicazione.

https://www.facebook.com/livysnow/

Love

Krilli

 

Ehilà arriva Alessandra Leonardi ;) Blog tour “Oracoli” – quinta tappa: I Libri fatali.

Buongiorno Krillers!!! io amo i blog tour… ospite oggi Alessandra Leonardi ed il suo favoloso romanzoooooooo scopriamolo insiemeeeeeeeeeee:

Devo dirvelo Kriller la cover è troppo cool…ma vediamo il resto…

Titolo: Oracoli
Autore: Alessandra Leonardi
Editore: NPS Edizioni
Genere: Storia/avventura
Formato: digitale
Pagine: 100
Prezzo: 1,99 euro
ISBN: 978-88-31910-07-1
Copertina a cura di Fabio Maffia.

Quarta di copertina: Quattro racconti, quattro epoche remote, quattro popoli che hanno segnato la storia del Mediterraneo, accomunati da un’ossessione: la divinazione, per aprire squarci sul futuro e scoprire il volere degli Dei. I Fenici in Sardegna, gli Etruschi in Toscana, Umbria e Lazio, gli Ellenici in Campania e nel Sud dell’Italia, infine i Romani: sussurri divini nell’acqua e nella pietra, voli di uccelli e viscere degli animali, sacrifici e visioni, oracoli vergati su fogli di papiro e libri con una risposta per ogni domanda.
Storia, mito e fantasia sono le basi da cui si dipanano le avventure narrate in “Porpora”, “Il dono dell’aruspice”, “Sibilla” e “I libri fatali”.

Gli Dei sembrano aiutarci, ci mandano segnali, ci parlano, esigono da noi preghiere e sacrifici, ma alla fine nulla cambia: siamo burattini nelle loro mani capricciose, sempre e comunque. A cosa serve allora conoscere quello che accadrà? A cosa serve dedicare loro le nostre devozioni?

A me, Krillers la possibilità di raccontarvi di “Libri fatali”

RACCONTO:  “I Libri Fatali”

  1)  Di cosa parla questo racconto, in breve?

  Prima di tutto grazie Krilli, per l’ospitalità sul blog! “I Libri Fatali” è ambientato nel 212 a.C. a Roma, in una fase molto importante della seconda guerra punica. Annibale avanza ed è sempre più vicino alla vittoria, e a Roma c’è paura e fermento. Il Senato, dopo aver fatto consultare ai decemviri i Libri Sibillini, allestisce dei Ludi in onore di Apollo, preceduti da alcuni sacrifici rituali. In questo contesto si conoscono la giovane vestale Claudia e il decemviro Publio, che sentono di avere un legame non solo sulla base delle loro capacità divinatorie…

  2)  Quali sono i personaggi del racconto?

  I protagonisti sono Claudia, giovane sacerdotessa di Vesta, e il decemviro Publio Aurelio Corvino, uno dei custodi dei Libri Sibillini che si trovano sotto il Tempio di Giove Capitolino. Troviamo poi la Vestale Maggiore, Calpurnia, e Cornelio Rufo Silla, personaggio storico realmente esistito.  Altri personaggi storici e di mia invenzione compariranno nel corso della storia.

  3)  Quali sono i luoghi del racconto? Perché questi luoghi?

  Il racconto è ambientato a Roma, nello specifico i luoghi principali sono: Il tempio di Giove Ottimo Massimo (o Capitolino) dove erano custoditi i Libri Sibillini (oggi si può ammirare il basamento del tempio all’interno dei Musei Capitolini); il Tempio di Vesta con l’attigua Casa delle Vestali, dove vive Claudia e dove viene custodito il Sacro Fuoco (i resti del Tempio e della Casa si trovano ai Fori Imperiali); il Circo Massimo, che ora è un grande prato con scalinate e al tempo era un luogo dove si svolgevano gare di carri. Qui si svolsero i Ludi in onore di Apollo prescritti dai Libri Sibillini.

  4)  È stato difficile studiare e documentarsi su quest’epoca?

  Dei quattro racconti che compongono “Oracoli”, questo è il più collocato a livello storico: è ambientato in un anno preciso e quindi ho dovuto approfondire molto, soprattutto per quel che riguarda i Libri Sibillini di cui non si parla mai né nei romanzi né nei film; eppure esistevano e avevano una grande importanza nella vita pubblica dei Romani !

  5) Qual è stata la maggiore difficoltà nello scrivere un racconto fantastico, su basi comunque storiche?

  È stato divertente inserire in un contesto storico preciso elementi di fantasia e farli coincidere con gli avvenimenti storici o comunque narrati negli annali dei vari scrittori latini che ci hanno tramandato quei lontani accadimenti. Diciamo che io ho molta immaginazione e non è stato particolarmente difficile per me!

  6)   Vuoi lasciarci un estratto dal racconto, magari corredato da una colonna sonora.

  Non mi ero avveduta del magnifico panorama che si poteva godere dalla cima del Campidoglio: tutta Roma splendeva, brulicante di vita, coi templi che si ergevano tra il verde dei giardini, le abitazioni sempre più numerose, il Circo Massimo imponente, e con gli acquedotti che ne riempivano le fonti d’acqua cristallina, abbracciata dalle antiche mura serviane. Il Tevere col suo lento scorrere pareva accarezzarla.

«Percepisci l’eternità? Io sì, la sento. Guarda, lì sotto stanno ricostruendo i templi della Speranza, della Fortuna e della Mater Matuta, dopo l’incendio dell’anno scorso. Io… oh! Il fuoco, ancora! È ovunque».

Corvino era stravolto, aveva le mani tra i capelli e gli occhi sbarrati.

«Ma di che parli? Non c’è nessun incendio, non vedo neppure un filo di fumo» dissi, guardando prima la città e dopo il suo viso terrorizzato.

  Come colonna sonora del racconto suggerisco due canzoni:  Il mio fuoco, degli Articolo 31:

  https://youtu.be/t5HukeuEjkc

  Fuoco nel fuoco di Eros Ramazzottihttps://youtu.be/Gr7VfbUKYCo

 Biografia: Alessandra Leonardi
Alessandra Leonardi nasce nel 1969 a Roma, dove risiede tuttora. Ha svariati interessi, tra cui il cinema e le serie tv, soprattutto di genere fantastico, i fumetti, i viaggi, l’archeologia, la storia antica e la mitologia. Dalla passione per il fantastico, i miti e la storia è nata l’antologia “Oracoli”.
Ha in precedenza pubblicato diversi racconti e poesie contenuti in varie antologie e sillogi.

https://infinitiuniversifantastici.blogspot.com/

Vi ho convinto?

Buona lettura a tutti noiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!

LOve

Krilli

 

Arriva eh…” Fino all’ultimo respiro” di Rhoma G.

Booom boom booom  kata bum bum bum…scusate danzavo di gioia…

Buongiornoooooooooo ma quanto sono belle le nuove uscite???

Oggi ne ho una bella bella… con noi Miss Rhoma G. che ci presentaaaaaaaaaa:

 

Titolo: Fino all’ultimo respiro.
Genere: Romantico, autoconclusivo.
Formato: Ebook
Prezzo: 2,99

Sinossi:

È il destino che decide il corso della vita? Oppure siamo noi che con le nostre decisioni lo influenziamo?
È l’alba di un nuovo giorno quando Regina prende una scorciatoia per raggiungere più in fretta il villaggio di Andrina, e così si imbatte in qualcosa di imprevisto e inimmaginabile.
Misha entra nella sua vita.
“A volte vorrei non amare al punto da sacrificare tutto. Ma… amo e non esiste altra ragione al mondo per cui valga la pena mettere in gioco se stessi.
Continuo a ripetermi che di sogni non si vive, ma sono l’unico espediente che mi tiene a galla.
Ogni tanto mi capita di sognare il mio soldato dagli occhi scuri. «Sono venuto a prenderti.» dice prima di avvolgermi in un abbraccio carico di promesse. Poi mi sveglio, gli occhi pieni di lacrime e il cuore vuoto.
Lui non verrà a portarmi via.”
Ma, il destino ha già deciso.
“Non sarà per mano mia, non so quando, ma so perché.
Presto o tardi ci rimetterò le penne, magari sarò io stesso ad andare incontro alla morte e finalmente avrò il riposo che agogno da tanto tempo.
Il sonno del guerriero.
Ho trentacinque anni, eppure avverto la sensazione di aver vissuto cento vite e che ogni giorno duri un’eternità.
Mi guardo indietro e scorgo la scia di sangue che ho lasciato durante questi anni. Non sono un senzadio, sono un soldato, e prima che alla legge divina devo obbedienza all’esercito che ho giurato di servire.
Mi guardo indietro e vedo il viso dell’Angelo che mi ha tenuto aggrappato a questa esistenza. Nonostante tutto, vale la pena vivere se ho la speranza di rincontrarla.”
Nella radura dove il silenzio è tornato a imperare, Regina appare dal nulla e salva la vita di Misha, poi scompare. A distanza di mesi, a causa dell’ineluttabile disegno del fato, i due si ritrovano e stavolta toccherà al soldato difendere la vita del suo angelo a costo di sacrificare la sua. Del resto è questo che fanno gli uomini come lui: proteggono gli innocenti.

Che ne dite vi ho convinto…?

Estratto:
Anni fa, una vecchia saggia mi ha detto che l’amore è una strega abile nello scoccare incantesimi e straordinaria nell’infliggere maledizioni. “Fai attenzione, figlia mia, quando sentirai il vento cambiare preparati, la tormenta è nell’aria. Isola la mente, proteggi il corpo, nascondi il cuore dove tu stessa faticherai a ritrovarlo.”
Ed io l’ho fatto.
La prima volta che sono stata con Dimitri ho lasciato la mente fuori dalla porta, ho indossato un’armatura e gettato il cuore dentro a un pozzo, profondo quanto profonda è stata la mia disperazione quella notte.
Poi, in un mattino senza sole, come un bagliore dal cielo sei apparso tu, il figlio di una stella rossa, e hai infranto le mie certezze.
Sono giunta da te per caso, eppure sapevo benissimo dove trovarti, un bambino bisognoso di cure, un cucciolo smarrito nella foresta. Ti sono stata vicino, ti ho infuso coraggio e ti ho tenuto al caldo quando intorno a noi c’erano soltanto silenzio, tragedia e gelo.
E tu hai pianto e le tue lacrime hanno piantato un seme dentro di me. Giorno dopo giorno, dal seme è germogliato il mio amore. A nulla sono valsi la porta chiusa, l’armatura e il cuore in fondo al pozzo, ti ho amato fin da quel momento, anche se non lo sapevo, anche se non lo volevo.
Quando ti ho rivisto ho capito.
L’emozione nella gola ha spezzato gli indugi e rotto le catene con cui ho asservito me stessa. Lo scorrere del tempo mi è parso una buona cosa, l’amaro dolce e l’ombra luce. Mi hai stretta nel tuo abbraccio ed io non ho avuto più freddo, anche se mi sono ritrovata nuda, esposta alle intemperie e impreparata a ciò che avresti rappresentato da lì a poche ore.
La vecchia saggia mi ha avvisato: la tormenta è arrivata con i suoi venti del Nord e le nevicate che accecano e ghiacciano, ed io sono stata accecata dal tuo sorriso radioso, dalle scintille nei tuoi occhi, dalla forza delle tue mani grandi. Ho lasciato aperta la porta, smesso l’armatura e il cuore è sbucato fuori dal pozzo per riprendere il suo posto nel petto.
Tu sei forte, amore mio, io lo sembro soltanto.
È stata un’illusione, un fatale errore.
Ho scordato chi sono, cosa ho fatto. Per qualche tempo sono stata il tuo Angelo della Taiga e tu il mio Soldato. E ora che l’irrimediabile è accaduto fra noi, non so come chiudere la porta, rientrare nell’armatura e strapparmi il cuore dal petto.

 

Altre pubblicazioni:

Cygnus – Self Publishing (autoconclusivo)
•Il Santo – Self Publishing (autoconclusivo)

Collana Tempeste:

L’uragano dentro me – edito da Tre60 (autoconclusivo)
•Come vento d’inverno – Self Publishing (autoconclusivo) Serie Bittersweet:

1 – Bittersweet, qualcuno come te – edito da Silele Edizioni
•2 – Stardust, qualcuno come me – Self Publishing
•3 – Never Ends, nessuno come noi – Self Publishing

Nota biografica:

Rhoma G. ha cominciato a scrivere racconti all’età di tredici anni, e sebbene la vita l’abbia poi indirizzata da tutt’altra parte, non ha mai messo di coltivare il sogno di diventare scrittrice. Divoratrice di libri e scrittrice per passione, considera la lettura il mezzo per vivere tante avventure diverse, e la scrittura il tramite tra il mondo reale e i personaggi creati dalla sua fervida immaginazione. Vive col marito in una città di mare, ama viaggiare e nutre una smodata passione per i film di Hitchcock.

Io lo leggerò e voi?

LOve

Krilli

 

Intervista doooooocumentata!!! Tessa B. Dick, un genio creativo!!!

Krillers questa opportunità non potevo certo perdermela!!!

Quanti di voi, hanno amato come me,  Blade Runner? e quante volte nella vita poteva capitarmi di intervistare sua moglie? Per cui inizio con un grazie a Il Terebinto Edizioni and Dario Rivarossa 😉

Raga è un romanzo da paura! io l’ho divoratoooooooooooo!

 

Lui era un genio creativo, ma neanche lei scherza eh 😉

Semplici domande per conoscerla!!!

1) Chi è Tessa B. Dick?

Una sopravvissuta a un’infanzia violenta. Mamma era alcolizzata. Ma ho avuto l’enorme fortuna di incontrare un uomo che mi ha presa sul serio. Avevamo tanti interessi culturali in comune, oltre all’amore per gli animali e alla passione per la scrittura.

2) Com’è stato vivere tutte queste esperienze così diverse fra loro?

Ho creduto in Phil quando tanti lo liquidavano ancora come un pazzoide. Era vittima di “interferenze” da parte della Cia, magari il programma segreto Mk Ultra. Avendo avuto io stessa delle esperienze, mi rendo conto di quanto fossero reali per Phil, anche se lui non era in grado di dimostrarle. E alla fine giunse alla conclusione che i suoi nemici avrebbero colpito me e nostro figlio, perciò fece finta di non volerci più bene. La decisione mi ha fatto soffrire, eppure lui lo pensava sul serio per il nostro bene.

3) Quali sono state le sfide del vostro rapporto?

Abbiamo litigato forte quando gli ho detto che volevo tornare a studiare all’università. Phil si sentiva a disagio quando io ero via di casa, al college: soffriva di agorafobia e non gli piaceva restare da solo. Viveva nel terrore che i suoi nemici facessero irruzione e gli facessero del male. Invece nostro figlio era iperattivo, per cui era una faticaccia per entrambi stargli dietro. Quando Christopher era piccolo, dormivo poco o niente.

4) Come nasce questo progetto?

Dalle domande dei lettori del mio primo libro autobiografico, Philip K. Dick: Remembering Firebright (in Italia: La mia vita con Philip Kindred Dick, edizioni ESC, 2017). Volevano saperne di più su Phil e la nostra vita coniugale.

Ecco gli altri progetti.

Conversations with Philip K. Dick (in Italia: Blade Runner 1971, edizioni Terebinto, 2018) offre una panoramica più complessa su Phil e la nostra vita a due. Mentre Firebright si concentrava sulle sue esperienze religiose, Conversations descrive la nostra vita quotidiana.

Guardate che Chicca mi sono state inviate da Miss Tessa in persona, lo so che sono un tantino in modalità scheggia impazzita…ma vogliatemi bene 😉

BIOGRAFIA. Tessa B. Dick, all’anagrafe Leslie Ann Busby, è nata nel 1954. Era una girl scout, ma dopo tre anni la madre la costrinse a lasciare il gruppo. Allora è entrata in un coro, e ha imparato a suonare il violino, il violoncello e il pianoforte. Le piace la musica, sebbene non abbia un talento eccezionale. Ed è rimasta una studente piuttosto mediocre fino al liceo, quando ha cominciato a brillare in matematica e scienze. Stava per iscriversi all’Università dell’Idaho quando ha incontrato Philip Dick, un — allora — sconosciuto autore di fantascienza che faticava a sbarcare il lunario. Si sono messi insieme e hanno avuto un figlio, Christopher. Tessa Dick ha pubblicato 8 libri, tra cui un horror giovanile, Bad Moon Rising, e un diario romanzato, In the Woodpile, con il suo nome da nubile. Ha anche pubblicato un giallo, un romanzo di fantascienza e vari libri autobiografici con il suo nome da sposata, Tessa B. Dick.

Love

Krilli